Di David Seidler, con regia e interpretazione di Luca Barbareschi(Lionel Logue) e Filippo Dini(Bertie).

Tratto dall’omonimo film vincitore agli Oscar 2011.

Atti: 2

Durata: 165 minuti

Il ricordo di un re, ormai deceduto, che è riuscito a conquistarsi la fiducia del popolo ma non l’amore dei propri figli.

Un principe: Edoardo, insofferente delle tradizionali costrizioni a cui i reali devono sottostare da secoli, stanco dell’egida del padre, egli rinuncia al trono per sposare la donna che ama: Wallis Simpson, carismatica americana pluri divorziata, non gradita alla nobiltà inglese del tempo.  I riflettori si spostano su Bertie, balbuziente da sempre,un tempo  bambino insicuro, bisognoso di affetto, deriso e giudicato da tutti, ora uomo maturo, sposato con Elizabeth Lyon. Bertie è il secondogenito, si ritrova suo malgrado ad ereditare il regno, un’eredità mai desiderata dall’infelice futuro re.

Siamo negli anni di Hitler e Mussolini, negli anni in cui l’arte oratoria cambia il destino di un’intera epoca, il futuro re Giorgio VI dovrà fronteggiare tali personaggi e per riuscirci dovrà superare la sua più grande paura: i discorsi in pubblico. Decide così di chiedere aiuto a Lionel Logue, un aspirante attore, personaggio eccentrico, un uomo che rinuncerà al ritorno in patria, l’amata Australia, per aiutare il proprio rigido re, dietro la cui anima si intravedono i fantasmi di un passato tristemente doloroso.

Una ricostruzione scenica,perfettamente riuscita, che ci porterà nel cuore della Londra degli anni venti e trenta, in un clima di instabilità e dubbio, tra uomini avidi, superficiali e vili. Con l’emozionante interpretazione di Filippo Dini e la travolgente simpatia del personaggio di Luca Barbareschi, ne “Il discorso del Re” ritroviamo una vicenda commovente, dalle mille sfaccettature, a tratti divertente, a tratti malinconica, capace di trasmettere diversi messaggi. Il discorso del Re è la vicenda di un uomo che con la propria determinazione e il senso del dovere è riuscito a sbalordire tutti.

Amal El Ammari

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...